Attrazioni turistiche

Benché abbia avuto una storia tumultuosa, Koprivnica è una città che ha preservato una gran parte del suo patrimonio edilizio culturale e storico. La città ed i suoi monumenti attraggono un numero sempre maggiore di turisti e visitatori. Infatti, tutto il nucleo antico della città rappresenta una magnifica unità di monumenti.

 

Dentro le fortificazioni militari del passato vi sono preziosi monumenti d'edilizia, il maggior numero di cui sono situati in Via Ester ed in Piazza Dottor L. Brozović. Vi c'è la chiesa parocchiale di San Nicolò, probabilmente costruita sulle rovine di una chiesa francescana medievale. Nella forma di oggi fu costruita prima del 1657, mentre una ricostruzione radicale vi fu fatta nel 1892. Gli inventari interni provvengono da un tempo più vicino. Sul muro esterno ci sono lapidi commemorative di tre cittadini noti di Koprivnica. Nella metà del Settecento al fianco della chiesa vi fu costruita la canonica (l'aspetto di oggi provviene dal 1779). Al muro che guarda sul parco vi si trova una rara stela rinascimentale (pietra tombale) dal 1608.

 

Il monastero franfescano e la chiesa di Sant'Antonio di Padova scopre una storia abbastanza lunga dei francescani a Koprivnica (ci arrivarono già verso il 1290!). Il monastero barocco cosruito in muratura, che si appoggiava alle fortificazioni di terra, fu costruito dai francescani tra il 1675 ed il 1685. Nella chiesa di Sant'Antonio si trovano degli inventari barocchi preziosi, e vi c'è anche la capella di San Salvatore che ne venne costruita sul fianco. Dentro la fortificazione militare del passato si trovano ancora preziose colonne sacrali barocche, nel parco della Piazza del dottor L. Brozović.

 

Tra gli edifici profani risulta particolarmente attraente il vecchio palazzo municipale (più tardi il tribunale, oggi il Museo di Koprivnica). Quell'edificio barocco a singolo piano venne costruito dopo il grande incendio del 1736. Il Museo di oggi ha alcune collezioni preziose, tra le quali quelle archeologica ed etnografica. Tra il museo ed il monastero francescano si trova un edificio rovinato di casa borghese barocca con una facciata singolare. Di fronte vi si trova la casa borghese Malančec. Essa fu costruita dal architetto Carnelutti a cavaliere fra l'Ottocento ed il Novecento. Oggi, il Museo vi prepara una collezione attraente e ricca dell'arredo e dei generi di uso corrente borghesi.

 

Sull'est della strada Ester, vicino alla chiesa di San Nicolò, vi si trovano alcune preziose case e palazzi barocchi e storicistici. Come prima, si tratta del palazzo barocco, costruito probabilmente dopo il 1765. Questa è la casa della famiglia Sulimanović, vi è fondato il museo, e sopra il portone vi è inciso il stemma di Koprivnica. Le altre case vennero costruite dopo – sono nella maggior parte palazzi storicistici e del Art Déco a cavaliere fra l'Ottocento ed il Novecento. Sono notevoli la casa della vecchia farmacia detta 'All'Aquila Nera', e l'Art Déco casa Jelić. Dal tempo di storicismo proviene un'interessante casa dei pompieri nella  strada Frankopan (stile pseudo-mauro-gottico!).

 

I visitatori certamente troveranno il più attraente il centro della vecchia città bassa – oggi vi sono tre piazze: Zrinski, Jelačić, e Florijan. Oggi vi si trova un gruppo di edifici ad un piano collegati (nella maggior parte) – dal barocco fino ad Art Déco. È importante l'edificio del nuovo palazzo comunale il quale domina la Piazza Zrinski. La prima pietra del palazzo fu posata dal bano (goveratore) Josip Jelačić nel 1856; fino a 1892 vi era la scuola elementare, e fino ad oggi vi è situato il consiglio comunale. Davanti al palazzo municipale vi sitrova il noto monumento alla bicicletta. Tra gli edifici barocchi, risultano importanti la casa ad un piano sull'angolo delle piazze Zrinski e Jelačić, due edifici con sistema a colombage sul primo piano – le quali sono l'osteria (con degli archi aperti sul pianterreno e l'interiere disegnato dagli artisti noti di Koprivnica) e la Villa Parva. Tra gli edifici storicistici (provenienti nella maggior parte dall'officina del architetto Carnelutti) sono importanti i palazzi di Casa risparmio (Galleria), e la Biblioteca Fran Galović. In Piazza Jelačić ci sono anche alcuni importanti edifici storicistici, tra i quali l'università, e l'albergo del passato detto 'La Croce'. In Piazza Florijan ci sono alcuni edifici ad un piano e con solo pianterreno, nella maggior parte del periodo del storicismo, costruiti a cavaliere fra l'Ottocento ed il Novecento.

 

Nella strada Svilarska, parallela alla Piazza Zrinski, vi si trova l'edificio di sinagoga ebraica. Guesto tempio venne edificato dalla numerosa comunità ebraica nel 1875, e ricostruito dal noto architetto di Koprivnica, Slavko Lövy, nel 1937. Oltre alla piazza centrale, sul fossato e le fortificazioni fu piantato il parco centrale. La costruzione del parco cominciò nel 1856, ma il ruolo più importante nella sua formazione ebbe il giardiniere municipale Dragutin Ruhl. Il padiglione di legno del 1896 fu costruito dal falegname Antun Rogina. Nel parco vi si trova anche una nota sculttura di Josip Fluksi detta 'Il destarsi'. Il parco centrale di Koprivnica è uno dei parchi più belli della Croazia settentrionale.

 

Tra gli edifici vecchi della strada Nemčić, vi raccomandiamo di vedere la casa barocca borghese (costruita prima del 1772), l'edificio di vicezupania (un'opera di Carnelutti della fine dell'Ottocento), poi un edificio a un piano storicistico (con il cancello di ferro battuto in stile dell'Art Déco più bello della città), e la Bidermaier casa con solo pianterreno (dove visse lo scrittore Antun Nemčić Gostovinski). Oltre alle case dei mercanti con solo pianterreno di stile storicistico, in Piazza Mladost (Gioventù), dove una volta c'era il mercato del bestiame, vi e prominente l'edificio del vecchio liceo (del 1908), e della sala da concerti Domoljub (la sala risale al 1919). Vicino al parco, nella strada Nemčić, vi si trova la chiesa ortodossa di Santa Trinità (barocco, 1794).


Tra gli altri edifici, viene menzionato il vecchio ospedale municipale (costruito dal 1873 al 1875), accanto a cui si trova la capella di San Floriano (che una volta era in Piazza Florijan, e in questo posto fu costruita nel 1892). Nella strada Starčević (vicino alla ditta 'Podravka') c'è una nota capella di Triste Madre di Dio di Grantula (1737), nella strada Starogradska si trova l'edificio del vecchio mattatoio – il quale è oggi il Museo del Cibo di Podravka. Ai cimiteri ci sono anche monumenti preziosi, specialmente a quelli cattolico ed ebraico. Finalmente, nel sobborgo settentrionale della città, a Močile, vi si trova la Chiesa di Beata Vergine Maria, che è una chiesa di pellegrinaggio, costruita nel 1700.