La storia dell'ortica

Si può indovinare che Koprivnica, la sede di Podravina, fu chiamata come una pianta che spesso non ci sta molto a cuore – ortica, che in croato si dice 'kopriva'. Perciò vale a dire che Koprivnica sia una città di 'kopriva' ovvero ortica. Così, il nome veteroslavo dell'ortica non molto amata stigmatizzò la nostra bella città per tutti i tempi.

 

Il toponimo di Koprivnica doveva essere coinato in base ad un elemento di vegetazione che vi era predominante in questa regione (intorno al corso d'acqua) quando i nostri antenati determinarono i nomi geografici. Più esattamente, i documenti più vecchi del Duecento (anni 1207 e 1209) in cui viene menzionata Koprivnica (Quopurnicha), non parlano di nessun abitato, ma del ruscello Koprivnica, che porta questo nome anche oggi. Si può supponere che allora vi sia esistito un abitato dello stesso nome dove oggi si trova il nucleo della città più vecchio, ma non viene menzionato nei documenti. Il nome 'Castrum Kopurnicha', il quale si riferisce alla fortificazione vicino a Koprivnica viene menzionato per la prima volta in un documento del capitano Bogodar di Kamengrad del 1272.

 

È nota una legenda del nome di Koprivnica che proviene del tempo di invasione di Mongoli nel 1242, quando Bela IV, il re ungaro-croato fuggiva dai Tartari verso il mare. Dopo aver traversato il fiume di Drava, i tartari gli erano alle calcagna e perciò faceva presto verso la fortificazione Kalnik. Quando arrivò al ruscello Koprivnica, in un posto dove oggi si trova Koprivnica, non scese da  cavallo e non bagnò i piedi, ma il suo cavallo lo buttò in grandi ortiche che vi stavano. Il re, arrabbiato, chiamò il posto Koprivnica ed i suoi abitanti Koprivničanci ed il nome ci è rimasto fino ad oggi. Così, l'ortica ha caraterizzato la nostra città dal primo momento – che ci piaccia o no.

 

Dal aspetto turistico, l'ortica non sembra molto promettente, ma solo al primo sguardo. I vecchi cittadini di Koprivnica già sapevano delle proprietà medicinali di ortica, e forse era questo il fatto per cui chiamarono il loro villaggio Koprivnica. Tranne le proprietà medicinali, l'ortica venne usata per alimentazione, il fatto che oggi viene riconosciuto dall'Ufficio Turistico il quale ha iniziato la preparazione di cibi deliziosi in base all'ortica come un ingrediente ecologico e sano, ma anche di carattere afrodisiaco. L'ortica si usa anche in cosmetica, ed ha probabilmente altre caratteristiche buone. Il nome della nostra città, la storia, il caso speciale, l'essere differente dagli altri, l'alimentazione sana, le proprietà medicinali – questi sono alcuni elementi che trasformano un termine che sembra non molto attraente in un prodotto attraente, unico, riconoscibile, e non solo gastronomico, di cui i visitatori della nostra città potranno godere.

 

Cibi deliziosi di ortica ed i souvenir in base all'ortica si trovano in tutti i migliori ristoranti ed i negozi di souvenir di Koprivnica, e la storia di ortica ha un ruolo molto prominente al Festival del Rinascimento. Gli antichi abitanti di Koprivnica rispettarono e usarono l'ortica, e noi oggi gli crediamo e continuiamo la storia con un sentimento di onore.

 

Nota: la prova della popolarità dell'ortica tra i Slaveni sta nei toponimi di quasi tutti i paesi slaveni (Slovenia, Serbia, Bosnia e Herzegovina, la Repubblica Ceca, Polonia).